“Un fidanzato di troppo” di Chiara Venturelli - RECENSIONE

Salve lettori!
Oggi sono qui per parlarvi di “Un fidanzato di troppo” di Chiara Venturelli (la trovate su instagram come @fallsofarc, seguitela per aggiornamenti sui prossimi romanzi) pubblicato con Amazon il 20 Marzo 2018. Questo è il sequel di “Lezioni di Seduzione”, libro che vi consiglio di recuperare, qualora non lo aveste letto.
TRAMA
Ambientato quattro anni dopo la fine di Lezioni di Seduzione, Liz e Jack ormai non sono più una coppia a causa della distanza. La forte gelosia entrambi ha logorato la loro relazione e li ha cambiati profondamente, ma ancora una volta il confine tra palco e realtà è sottilissimo e i due saranno di nuovo costretti a mettersi in discussione. Jack ora lavora sul set di una commedia romantica per la tv e la realtà, mai come ora, si è confusa con la finzione. Liz ha ripreso in mano la sua vita dopo la rottura, ma di colpo si ritrova tra due fuochi: l’amico d’infanzia e primo fidanzatino e la sua prima passione, nonché il suo primo grande amore.

RECENSIONE
E’ la storia di un amore, finito in catastrofe, di due persone che nonostante gli eventi, continuando ad appartenersi, ma che sulla strada per trovare la felicità, incappano in numerosi ostacoli, tra cui l’utilizzo un po’ ingenuo dei social network. Instagram diventa, in questa storia, l’elemento che ci racconta la gelosia e le insicurezze di Liz, una ragazza forte, ma allo stesso tempo ingenua e molto sensibile a tutto ciò che riguarda il suo (ormai non più suo) Jack.
Liz si sta riprendendo dalla rottura più dolorosa della sua vita, e si ritrova di colpo due pretendenti: Daniel, il ragazzo con cui ha trascorso la sua infanzia, colui che per primo l’ha amata, ma anche colui che l’ha malamente lasciata per vivere la sua vita al college e Jack, un ragazzo che è entrato nella sua vita senza avvertimenti e gliel’ha stravolta.

Volete sapere chi avrei scelto io? Probabilmente no, ma ve lo dico lo stesso. Jack, Jack, Jack, Jack e ancora Jack. E’ l’incarnazione (si fa per dire, visto che è fatto di inchiostro e carta) di amore, passione e amicizia. Cosa potremmo volere di meglio da un partner? Mi spiace (forse no), ma Daniel non regge il confronto.

L’ho letto in due giorni, c’è altro da aggiungere? Lo stile di Chiara è così: scorrevole, ma incisivo. Anche se inizialmente è difficile stare al passo, il continuo cambiamento di punti di vista aiuta la lettura, e ci permette di entrare meglio in contatto con i diversi personaggi (leggere i pensieri di Jack è stato un piacere) ed immedesimarci in essi (tranne che per quanto riguarda Daniel, è viscido e falso, ma forse sono di parte, d’altronde sono sempre stata #teamjack).

Per concludere, consiglio questo libro a tutti, che abbiate bisogno di ridere, di piangere, di arrabbiarvi, questo libro fa per voi.
Il mio voto:★★★★/5

Alla prossima,

mbs

5 commenti:

  1. Che bella recensione, complimenti, hai suscitato in me la voglia di leggere questo libro!!!

    RispondiElimina
  2. Sembra una lettura perfetta per l'estate!

    RispondiElimina
  3. E fu così che la wishlist diventò chilomentrica..

    RispondiElimina