"La settima orchidea" di Sabrina Sodi - RECENSIONE

Salve lettori!


Oggi vorrei parlarvi de "La settima orchidea", un romanzo mistery edito Kimerik che stranamente mi è piaciuto. Ho utilizzato il termine "stranamente" perché non rientra nei miei generi letterari,  quindi se anche voi non siete amanti del mistery non scoraggiatevi e continuate la lettura del post, magari questo libro potrebbe sorprendervi. 
TRAMA
Isabella, giovane studentessa, accetta un lavoro estivo in un castello della Toscana. In quel luogo, tra amori e misteri, dovrà conoscere e affrontare le sue paure, le sue insicurezze e convincersi che non potrà soffocare le sue emozioni per sempre.


RECENSIONE
Isabella, dopo aver terminato l’ultimo anno di liceo artistico, per aiutare economicamente la sua famiglia, decide di accettare un lavoro, che consiste nell'occuparsi della serra presente in un castello situato nelle campagne toscane. 
Appena arrivata verrà accolta dal custode del castello, Beniamino, e dal resto della sua famiglia: Riccardo, Rebecca ed Alex, il loro figlio. Il giorno seguente Isa inizierà il suo lavoro alla serra dove incontrerà Federico, un uomo affascinante, elegante ma allo stesso tempo misterioso. Ben presto la protagonista  si accorgerà che qualcosa di enigmatico si aggira nel castello e che, forse, lei potrebbe centrare qualcosa in tutta la situazione. 
"La settima orchidea" è un libro che si legge in una breve sessione di lettura grazie alla trama intrigante e alla scrittura scorrevole ed incalzante.  Un romanzo dove il mistero e l'amore trovano il giusto equilibrio donando al lettore una storia travolgente e ricca di avventura in modo che la suspense rimanga viva in tutto il libro.
Lascio a voi il piacere di curiosare nel castello osservando quadri antichi e passeggiando nell'immenso giardino, respirando aria di grandi banchetti, ricchezza e nobiltà.

A presto,
Sara

9 commenti: